2007 – Rusty Crowbar Records

Da Helsinki provengono i Night Must Fall, partiti come quartetto dedito al funeral doom; all’epoca dell’esordio nel 2003, con il demo auto intitolato, la band è formata da Juuso Heikkilä (ch), Pekka Johansson (bs), J. Hanhela (vc), tutti reduci dalla breve avventura con la death band General Winter, e Dan Vaaranen (ts). Le due lunghe tracce sono abbastanza in linea con le sonorità degli altri gruppi emersi in quell’epoca e in precedenza, quindi piuttosto essenziali ma con l’utilizzo della tastiera che rende molto più malinconico e atmosferico il tutto. Nel successivo demo Funeral Of Mankind, registrato dal vivo in studio e quindi dalla resa meno limpida, con la formazione ridotta a trio causa l’uscita di Johansson, il sound comincia a mostrare tratti più dissonanti e sperimentali preparando in qualche modo il terreno all’ep che sarebbe arrivato dopo tre anni. Infatti, dopo la compilation del 2005 che riuniace i due demo, Dissonance Of Thought (2007) sposta decisamente la barra verso sonorità non dissimili agli Wormphlegm, non fosse altro che per l’utilizzo delle vocals strazianti tipiche della band di Lahti. Va anche detto che in quello stesso anno Heikkilä, rimasto alle redini della band accompagnato dal batterista Alexis Laakso, entra a far parte dei Totalselfhatred, una delle migliori realtà depressive black finlandesi, e non sembra così strano che certe sfumature del genere, come appunto il particolare uso della voce, siano state assimilate a livello compositivo. Quest’evoluzione del sound convince solo in parte visto che le similitudini con gli Wormphlegm portano a un inevitabile confronto che va ovviamente a detrimento dei Night Must Fall, il cui livello di intensità e anche di talento nell’interpretazione del genere appare inferiore.