Altro progetto capace di regalare buon funeral in tempi recenti è stato quello di Eugen Kohl denominato Sinister Downfall: il musicista tedesco è stato molto attivo attivando diversi progetti afferenti per lo più al black metal ma questa sua digressione in campo funeral sembra essere tutt’altro che estemporanea o approssimativa; infatti, il primo full length Eremozoic mette in mostra fin dall’inizio un’indole tetra e malinconica, in cui lo scorrere delle note verte sul connubio tra voce e chitarra in cui si ritaglia qualche timido spazio il pianoforte, a punteggiare il sound assieme ai radi colpi inferti ai tamburi e ai piatti.
Una produzione adeguata non penalizza l’incedere robusto e sempre carico di tensione lungo i cinquanta minuti di un album convincente, che ha solo bisogno di una conferma in tempi rapidi per attirare qualche attenzione in più sui Sinister Downfall.

2018 – Funere