Nel 2019 l’infaticabile Déhà decide di dare una nuova veste a un brano piuttosto datato come Same Old Sufferings, inciso come singolo con il moniker Imber Luminis nel 2011, abbinandogli una nuova traccia intitolata Silences III; il risultato come sempre si rivela non solo eccellente ma, in più frangenti, addirittura sconvolgente.

Dove le parole non arrivano, riescono nell’intento la musica e in questo caso anche le immagini: infatti, sotto, si può godere del video registrato in quel di Paderno Dugnano in occasione dell’unico concerto degli Imber Luminis, durante il Doom Heart Fest del 2019, quando l’esibizione del musicista belga in quel frangente ha realmente lasciato un segno indelebile nell’audience grazie a un set di incredibile intensità. Déhà non interpreta un ruolo bensì restituisce l’immagine più pura dell’artista che, senza filtri, scaraventa sugli astanti quel carico quasi insostenibile di sofferenza e tormento che trova nella musica il medium ideale per penetrare a fondo gli animi più sensibili.
Questa è musica dall’effetto catartico che, con la sua forza a tratti selvaggia, prima lacera e poi prosciuga lasciando alla fine sensazioni che vanno dallo stordimento all’appagamento di ogni senso. I 25 minuti di Same Old Sufferings I II III toccano vette di intensità ai limiti del parossismo, con un Déhà trasfigurato supportato per l’occasione da Kjiel, musicista italiana che non ha bisogno di presentazioni per chi segue la scena DSBM, vero e proprio complemento femminino del protagonista con il suo screaming lancinante.

2019 – Naturmacht Productions