Salvation – Happiness In Vacuum

Dei russi Salvation non si sa molto, a parte il fatto che provengono da Ivanovo e che Happiness In Vacuum è il loro primo full length che segue l’ep Empty DImension del 2018, mentre a livello stilistico si collocano nella categoria del funeral doom atmosferico rivelando un buon gusto melodico, agevolato dal frequente ricorso a suadenti passaggi chitarristici non lontani da sfumature gilmouriane, almeno nell’intenzione.

Il lavoro non raggiunge la mezz’ora di durata e se da un parte il fatturato è un po’ risicato, considerando l’inclusione di una cover, d’altro canto ciò agevola la fruizione di un sound molto più malinconico che drammatico e che limita al massimo le ruvidezze di matrice estrema.

I Salvation si rivelano una realtà dal buon potenziale dalla quale è lecito attendersi in futuro qualcosa di più corposo sia a livello di minutaggio sia di approccio al genere.

2019 – Autoprodotto