Dave J. Coats ha dato vita anche ad altri progetti oltre al già citato Faithless Minuted Devoured, per lo più di matrice dark ambient o industrial, ma negli ultimi anni è emerso anche quello denominato Resign From Humanity, dove il nostro si fa accompagnare dal vocalist e tastierista Skot Shaw. Secondo le intenzioni si tratta di un funeral doom influenzato sia dai Type 0 Negative che dai Paramecium e la cosa interessante è che, in effetti, tutto ciò viene rielaborato con grande proprietà e una buona dose di personalità, andando a dipingere un quadro drammatico e di spiccata intensità emotiva. Va detto che Shaw come vocalist non ha nulla a che vedere con Steele, prediligendo semmai uno stile che, fatte le debite proporzioni, rimanda maggiormente a un Eric Clayton per il tentativo di rendere la sua timbrica teatrale ed evocativa. In Dreams Lurk Nightmare Things e Drowning In Eventuality sono stati rilasciati rispettivamente nel 2019 e nel 2020 sul bandcamp di Dave e sono scaricabili gratuitamente; il primo dei due lavori appare molto più ispirato e coinvolgente ma, in ogni caso, anche il secondo, al quale partecipa come ospite alla voce in due brani lo stesso Andrew Tomkins dei Paramecium, non è affatto male nonostante una certa staticità di fondo ne renda faticoso l’intero ascolto, alla luce di una durata vicina all’ora e mezza.

2020 – Autoprodotto