I tedeschi Ascian sono autori di uno degli esordi più interessanti in ambito death doom nel 2020, in virtù di un approccio capace di fondere al meglio la violenza del death con le sfumature malinconiche del doom, senza debordare né sul lato melodico né su quello estremo.

In effetti, il quartetto di Brunswick a ben vedere non lesina violenza e brutali accelerazioni ma la differenza rispetto a molte altre realtà analoga risiede nell’equilibrio e nel buon dosaggio degli ingredienti, tanto da rendere Elysion un prodotto probabilmente gradito anche ai deathsters più incalliti. Non mancano momenti più riflessivi ma ciò avviene senza che venga mai smarrita una certa fluidità. Al di là dell’ottima Dead Will Carry Dead, traccia su cui è stato costruito un video, la tracklist mostra una buona compattezza e non tradisce neppure a livello di resa sonora, anche grazie alle mani del ben noto Déhà che ha curato la registrazione.

2020 – Black Sunset