Il duo di Eugene chiamato Poet e formato dai coniugi Cavan e Tiffany Wagner decide di mettere in musica la poesia di Emily Dickinson, con un funeral death doom intrigante, tra il ricorso al violino e alla voce femminile in alternativa al growl. Emily è un album molto intenso e ovviamente ricco dal punto di vista lirico, mentre a livello sonoro se è vero che le influenze citate sono Usnea, Lycus e Bell Witch, direi che sono solo i secondi ad avere parzialmente a che fare qualcosa con quanto ben proposto dal duo.

2020 – GS Productions