I Funeral Void sono una nuova band norvegese formata da Christer Korsvold (chitarra e tastiere), Kristoffer Aalhus e Theto, al secolo Therese Tofting, che dalle nostre parti è conosciuta per la partecipazione all’ep d’esordio dei milanesi Ghostheart Nebula qualche anno fa. Benché la band venga accreditata come autrice di un death doom  melodico, in realtà il sound si tiene alla larga da certe ruvidezze oscillando tra pulsioni gothic e altre più in linea con doom band female fronted come Jex Thoth e Blood Ceremony, tanto per dare un’indicazione di massima. Infatti, la voce di Theto non ha nulla a che vedere con quella delle sirene gotiche sia per una maggiore versatilità, sia per la propensione a tonalità ben più profonde, sposandosi al meglio con un substrato tutt’altro che tetragono e molto orientato all’apprezzabile costruzione di una convincente forma canzone. L’esordio intitolato In The Epic Ov A Funeral Sunset consta di una serie di brani molto efficaci che, talvolta, possono ricordare le cose migliori prodotte in passato dai Mandragora Scream, non solo per la timbrica di Theto che riporta più volte a quella particolare esibita in quel contesto da Morgan Lacroix. In buona sostanza, si tratta di un lavoro del tutto riuscito in cui le cinque canzoni più due strumentali non mostrano mai cenni di stanchezza. Una bella e gradita sorpresa per chi ama queste sonorità.

2021 – Autoprodotto