Un esordio su lunga distanza rimarchevole quello degli Aeon Of Eternal, one man band guidata dal misterioso polacco Aeon; avvalendosi del contributo di diversi ospiti, incluso il ricorso a un’eterea e affascinante voce femminile, il nostro regala un quarantina di minuti di black death doom atmosferico, sovente dai tracci epici e comunque sempre caratterizzato da un’efficace ricerca melodica.

I sei brani più breve outro composti dal musicista di Cracovia sono collegati da un filo comune e costante, seppure tenue, lasciando una gradevole sensazione fin dal primo ascolto senza perdere eccessivamente in profondità nei successivi passaggi; anche per questo The Wanderer è un lavoro raccomandabile senza esitazioni a svariate fasce di ascoltatori, proprio in virtù di una sua relativa fruibilità che non va a intaccarne la rilevante consistenza compositiva.

2021 – Autoprodotto