Interessante passo d’esordio per i Covenan, progetto solista del musicista messicano Iván Lira. Il full length pubblicato il mese scorso, intitolato Another World… Another Time…, benché apparentemente raggiunga la durata di un’ora e un quarto è in effetti da prendere in considerazione solo per la sua prima metà, in quanto i primi cinque brani vengono poi riproposti in versione solo strumentale; al di là di questa evidente ridondanza, il lavoro merita d’essere portato all’attenzione in quanto il death doom melodico ivi contenuto è di buona fattura.
In realtà più death che doom, a ben vedere, visto che i ritmi pur se non sostenutissimi sono per lo più consistenti e di rallentamenti pronunciati se ne contano pochi; a grandi linee l’approccio di Lira non è dissimile rispetto a quello di Sebastien Pierre con i Cold Insight, quindi si parla di un’interpretazione del sottogenere di un certo spessore e sicuramente suscettibile di sviluppi futuri, dato che le basi gettate appaiono già piuttosto consistenti.
Una traccia incisiva come Black Sun Communion, che è anche il primo singolo uscito a nome Covenan nello scorso marzo, basta da sola a rendere l’idea del potenziale di questo progetto.

2021 – Autoprodotto