Ember Sun – On Earth and Heaven

Un altro progetto solista di grande valore si palesa dalla Grecia, nazione in cui il funeral invero non ha trovato grande rappresentanza a livello qualitativo. Il buon Lorthar, musicista che a giudicare da quel poco di ricavabile a livello biografico dovrebbe essere già abbastanza esperto, essendo stato nel secolo scorso tra i fondatori degli Order of the Ebon Hand, una delle prime realtà black metal elleniche, offre con questo esordio dei suoi Ember Sun un’interpretazione sicuramente diversa per approccio e stile rispetto sia agli Shattered Hope che agli Aeonian Sorrow, tanto che pure in questo caso il sottogenere non segue gli stilemi più canonici deviando in più di un caso verso un doom atmosferico, se non talvolta approdando all’ambient tout court. Certo la title track On Earth and Heaven non lascia dubbi sulla matrice del sound che si sviluppa su coordinate non lontane dai Comatose Vigil, ma questa stupenda traccia resta a modo suo un caso isolato, non per qualità ma per stile, se è vero che la successiva Ember Heart of Me rimanda più a un gothic doom a tratti in odore di Paradise Lost. Neppure la conclusiva My Essence Fades in Time lascia dubbi sulla maestria compositiva di Lorthar, capace di muoversi con un certo agio tra le pieghe del doom estremo mettendo sempre in primo pieno un gusto melodico e atmosferico da primo della classe, come testimoniano anche le due tracce d’apertura, a loro volta dalle sfumature ben distinte dal resto della tracklist. Ecco perché etichettare come funeral On Earth and Heaven può rivelarsi non solo un errore ma anche controproducente per l’operato di questo ottimo musicista ateniese, in grado con una proposta così varia e ben rifinita di attrarre l’attenzione di un pubblico potenzialmente più ampio.

2021 -Aural Music / Code666