Nonostante si tratti di un progetto avviato da oltre un decennio, di fatto gli Extreme Cold Winter si sono palesati una prima volta nel 2016 con un ep per approdare finalmente al full length quest’anno con World Exit. E’ innegabile che il principale motivo di interesse per gli appassionati di Doom sia il fatto di trovare all’interno di questo trio olandese Pim Blankestein, storico vocalist degli Officium Triste che, a parte le ospitate nei primi album dei Clouds, è stato in passato coinvolto con un’altra band solo con i The 11th Hour. A.J. van Drenth (chitarra e basso) e Seth van de Loo (batteria), nomi comunque conosciuti nella scena estrema dei Paesi Bassi, forniscono il supporto strumentale e compositivo al growl di Pim, creando un death doom non troppo aspro ma neppure particolarmente melodico, ben eseguito e corrosivo il giusto ma tutto sommato senza guizzi indimenticabili. L’esperienza del trio garantisce comunque un prodotto di buon livello che può rivelarsi solo parzialmente una panacea per chi aspetta qualcosa di nuovo da parte degli Officium Triste, viste le oggettive differenze stilistiche benché di fatto il sottogenere praticato sia lo stesso.

2021 – Hammerheart Records